WhatsApp contro Telegram. comparativo

Due colossi della messaggistica, entrambi con caratteristiche e funzionalità simili, ma con certe cose che li differenziano l’uno dall’altro, dividendo utenti e iscritti in due grandi gruppi. WhatsApp e Telegram sono qui per restare, ma qual è il migliore?

Difficilmente potremmo giungere ad una conclusione se non esaminiamo prima ogni dettaglio delle possibilità che ci vengono offerte nei loro sistemi, quindi nel seguente articolo metteremo a confronto le piattaforme di messaggistica più utilizzate in questo momento. Continua a leggere!

Utenti e iscritti attivi

Sebbene il numero di abbonati di un’app non sia decisivo per sapere quanto sia buona o cattiva, possiamo farci un’idea della sua popolarità, in cui WhatsApp vince il premio con un portafoglio di quasi 3.000 milioni di utenti che la utilizzano ogni giorno.

Telegram, d’altra parte, ha solo 200 milioni, anche se quel numero continua ad aumentare ogni giorno, principalmente da quegli utenti che utilizzano ancora apparecchiature fuori produzione e che sono stati esclusi dal supporto per gli aggiornamenti di WhatsApp.

Inoltre, Telegram è riuscita ad affascinare i suoi follower o potenziali clienti con un sistema di abbonamento privato che ti permette di nascondere qualsiasi mezzo di contatto, così nessuno potrà conoscere il tuo numero di telefono o email se non lo desideri.

Compatibilità e multipiattaforma

Parlare di WhatsApp nell’ambito della compatibilità significa perdere molti punti in mezzo, perché, finora, la piattaforma ci consente solo di registrarci con un numero di telefono su un singolo smartphone.

Né possiamo installarlo ufficialmente su un Tablet (anche se ci sono alcuni trucchi per farlo clandestinamente), e abbiamo solo la possibilità di aprire il nostro account su un dispositivo alla volta, tranne se utilizziamo la versione WhatsApp Web o WhatsApp Business.

In effetti, sembra che la società di messaggistica verde abbia in programma di consentirci di aprire il nostro account su più computer, ma ad oggi tutto rimane in «vedremo».

Ora, con Telegram abbiamo molte più possibilità nel campo del multipiattaforma. E, poiché si tratta di una messaggistica basata su cloud, possiamo creare un account in uno di essi e aprirli contemporaneamente su smartphone, tablet e PC.

Oltre a questo, possiamo anche goderci i nostri account su vari computer sospesi da WhatsApp, che cattura l’attenzione di quegli utenti abbandonati dalla popolare messaggistica di Facebook.

Chiamate vocali e video

In un primo momento WhatsApp ha avuto il vantaggio in questo ambito perché possiamo sfruttare una piattaforma di chiamata vocale attraverso la rete Wi-Fi o il tuo piano dati, con una qualità eccezionale e anche con più contatti contemporaneamente.

La piattaforma di videochiamata è la stessa o migliore, poiché è compatibile per chattare dal vivo con un massimo di 9 persone in chiamate private e gruppi completi per quelle chat di gruppo, ideali per le videoconferenze. Ciò ha consentito di utilizzare la messaggistica per questi scopi.

Potresti essere interessato a:  Migliori app per audiolibri

Ma come vi diciamo, quel vantaggio era all’inizio, perché già Telegram ci permette di fare anche videochiamate e con una qualità molto più ampia della precedente, anche utilizzando la vostra connessione internet preferita.

Potrebbe interessarti: Migliori gruppi WhatsApp

Privacy e sicurezza

La concorrenza qui si fa un po’ agguerrita per il fatto che entrambe le piattaforme presentano proposte abbastanza competitive, efficaci e amate dagli utenti, rendendo più difficile la selezione.

Da un lato, WhatsApp ci offre un sistema di crittografia end-to-end, che impedisce la ricezione e l’intercettazione dei messaggi lungo il percorso. Inoltre, verranno decodificati solo quando il ricevitore è collegato. Se cessa di esistere, il messaggio non arriverà mai.

Ci consente inoltre di eliminare i messaggi inviati fino a mezz’ora dopo averlo fatto, inclusi i file multimediali e altri elementi nelle chat private e di gruppo. Presto potremo vedere l’opzione di autodistruzione dei messaggi.

Anche se Telegram ci offre già da tempo questa possibilità, e la cosa migliore è che quando decidi di eliminare una chat dal tuo dispositivo, questa verrà eliminata anche dall’altro dispositivo se decidi di farlo, senza il ricevitore poter fare qualsiasi cosa per impedirlo.

La chat segreta di Telegram crittografa i messaggi alle sue estremità, proprio come WhatsApp e il clou è che se decidi di creare un account e poi cambiare il modo in cui gli altri possono contattarti, sostituendo il numero con un nome utente, molta più sicurezza per te.

Oltre a ciò, Telegram è partito per mano di un gruppo di russi, sotto una presunta forma di spionaggio, che ne riduce l’affidabilità. Sebbene i suoi creatori abbiano già migrato i loro uffici in paesi più sicuri e abbiano ribadito in occasioni che non sono alleati con il governo russo o con qualsiasi altro.

Chat e file multimediali

Vogliamo porre maggiormente l’accento su questo aspetto perché in realtà trascorriamo più tempo utilizzando la chat rispetto a qualsiasi altra funzione. E qui, possiamo dirti per scontato che Telegram ha molti punti di vantaggio.

Abbiamo iniziato perché in Telegram la qualità dei file è l’originale, qualcosa che WhatsApp ci limita perché quando condividiamo una foto, un video, una gif o uno stato, li comprime al punto da perdere molti pixel originali.

Inoltre, hai un limite per MB del peso dei file condivisi, ma in Telegram non esiste tale limitazione. Nemmeno perché è un servizio cloud, perché tutto ciò che condividi verrà archiviato lì.

Tuttavia, entrambe le chat hanno tutti gli elementi multimediali necessari da condividere, tra cui note vocali, documenti, file, emoji, adesivi statici e animati, con i rispettivi elementi differenziali.

Potresti essere interessato a:  Migliori app per Xiaomi disponibili su Google Play

Stati e storie

La maggior parte delle piattaforme di messaggistica e dei social network oggi ci permettono di condividere file pubblici della durata massima di un giorno, che in WhatsApp si chiamava States e serve per ampliare la socializzazione.

In essi possiamo condividere messaggi scegliendo vari font, o semplicemente aggiungere fotografie o video realizzati in tempo reale o estratti dalla nostra gallery. È anche possibile scegliere il numero di persone che possono vedere quel contenuto, tra le altre funzioni.

Ma Telegram non ha ancora deciso di implementare questa funzionalità. In effetti, questo sottrae parecchi punti alla piattaforma blu, facendo sì che molti utenti non decidano ancora di abbonarsi o terminare il passaggio.

Canali

Ma insieme a WhatsApp con gli States, Telegram ha i suoi mezzi di interazione pubblica chiamati Canali. Questi sono progettati come spazi informativi e forum, dove è possibile creare stanze a tema per scambiare cose in comune.

Infatti, grandi società di comunicazione e governi hanno creato canali ufficiali su Telegram per mantenere un contatto più stretto con gli utenti, oltre a funzionare come spazi ideali per il servizio clienti.

Chi è meglio tra WhatsApp Vs Telegram?

Nel campo della personalizzazione, del dinamismo e della familiarità, WhatsApp ha molti punti in cui ottiene la vittoria, in quanto è una piattaforma molto più vicina e aperta, progettata in modo da poter comunicare con la tua famiglia, i tuoi amici e chi ti circonda.

Ma negativamente, perde punti per ridurre la qualità dei file che condividiamo lì, per essere un servizio di messaggistica completamente ospitato nella memoria del telefono cellulare e per non aprire le possibilità di accesso su varie piattaforme.

Telegram è, insomma, una messaggistica molto più aziendale, aziendale e pubblica, ideale per creare spazi dove scambiare punti di vista con i gruppi, e dove è più facile avere conversazioni private e segrete.

La privacy è decisiva in termini di sicurezza, e grazie alla sua funzione di distruggere messaggi alle due estremità e chat segrete, oltre a bloccare la visibilità dei tuoi mezzi di contatto, ci regalano uno spazio discreto e sicuro.

Per questo motivo, entrambe le piattaforme hanno i loro mercati abbastanza ben differenziati e sebbene possano essere utilizzate allo stesso modo, è più consigliabile che WhatsApp continui ad essere la messaggistica di famiglia e Telegram il tuo mezzo di contatto aziendale, dove i due possono convivere tranquillamente.

Potrebbe interessarti:

whatsapp contro telegram comparativo

Deja un comentario