Come eseguire il root di Android: quattro diversi metodi per ottenerlo

Android è un sistema operativo super completo che ci offre migliaia di funzionalità da provare in prima persona, insieme a una gamma di personalizzazioni che non possiamo trovare su dispositivi concorrenti, come iOS.

Tuttavia, è anche vero che gli utenti con telefoni Android sono molto più esigenti e poiché si tratta di un sistema open source, è possibile apportare modifiche profonde per ottenere alcuni cambiamenti.

Anche se per apportare modifiche complicate è necessario che il tuo team sia ROOT, il che toglierà una serie di permessi privilegiati per raggiungere i tuoi scopi. Pertanto, di seguito, ti mostriamo quattro diversi metodi per eseguire il root del tuo Android da solo.

Che cos’è ROOT e perché devo farlo sul mio Android

Molti temono solo di sentire la parola «Root», anche se questo non è affatto complicato, ma piuttosto è una sorta di sblocco, che ti consentirà di accedere a determinate funzionalità nascoste del sistema, ma principalmente ti darà il permesso per fare cose che non potresti fare, come eliminare le app installate in fabbrica, ad esempio.

Ci sono molti altri motivi per cui potresti dover eseguire il root di un dispositivo Android, ma soprattutto con questo sarai in grado di installare applicazioni che richiedono queste autorizzazioni per applicare miglioramenti all’attrezzatura.

Un altro uso che puoi dargli è modificare il sistema operativo, applicare alcune rom personalizzate e persino disinstallare le Google Apps che usi di meno, il che ti aiuterà a liberare spazio di archiviazione sul tuo computer.

Come eseguire il root di Android: quattro diversi metodi per ottenerlo

4 alternative per eseguire il root del tuo cellulare Android

Una soluzione non basta se puoi avere almeno quattro opzioni tra cui scegliere. Nella prossima sezione abbiamo preparato un elenco istruttivo e dettagliato dei modMigliori per eseguire il root del tuo dispositivo Android, che variano in base alle tue conoscenze avanzate o se sei un utente meno esperto.

1. Flashare una ROM o file personalizzati

Il termine «flashing» si riferisce all’installazione, manualmente e tramite software per computer, di determinati pacchetti che modificano il software del tuo dispositivo, e per questo avrai bisogno di diverse cose.

Innanzitutto, puoi eseguire il flashing di una ROM personalizzata che include già il ROOT predefinito, che non è altro che un sistema operativo con diverse modifiche che differiscono da quello installato in fabbrica all’interno del tuo smartphone.

Sebbene non esista una formula magica o universale per questo, tutto dipende dal modello del tuo dispositivo. Ci sono computer in cui dovrai prima eseguire il flashing di una modalità di ripristino specifica e quindi installare un firmware personalizzato.

Quindi questo metodo è molto più avanzato e richiede conoscenze per essere in grado di farlo. Il Forum XDA Possono aiutarti nel processo in base al modello del tuo smartphone.

2. Installazione di Magisk Manager su dispositivi mobili

Forse questa alternativa è un po’ meno invasiva, ma se dovrai applicare un po’ di flashing al tuo dispositivo, è necessario che tu installi un Custom Recovery come TWRP, e poi installi il pacchetto Magisk che ti permetterà di eseguire il root del cellulare con pochi Passi.

Potresti essere interessato a:  Paga Tramite Il Tuo Cellulare Con Queste App

Sebbene ciò possa essere fatto in pochi minuti, per questo è importante sapere se il pacchetto Magisk è compatibile con il tuo cellulare o quale modalità di ripristino ti servirà, il che richiede anche alcune conoscenze avanzate o una piccola ricerca nei forum del web.

In ogni caso Magisk Manager è una soluzione molto completa e di facile utilizzo per chi ha un po’ di conoscenza, oltre ad essere in grado di applicare un ROOT abbastanza pulito.

Scaricalo sul tuo sito web |

3. Con software per Windows

In questa sezione non stiamo parlando di programmi avanzati come ODIN che ti servono per flashare un cellulare, ma piuttosto di software progettato per eseguire il root del tuo telefono solo collegando il cavo USB e attivando alcune funzionalità.

Re RADICE

Uno dei più noti è King Root, un’applicazione per PC che funziona premendo un pulsante. Devi essere connesso a Internet in modo che possa cercare la disponibilità di un pacchetto Rooted corrispondente al modello di cellulare che hai a portata di mano.

Ecco perché King ROOT non è funzionale per tutti i dispositivi Android nel mondo, sebbene lo faccia per la stragrande maggioranza. Il processo è così semplice che dopo aver ottenuto una versione compatibile, dovrai solo scaricarla e in pochi minuti il ​​tuo cellulare sarà rootato.

Inoltre, non perderai nemmeno i tuoi file importanti come quando esegui il flashing di un firmware, perché tutto questo viene fatto con il dispositivo acceso e in completa autonomia.

  1. Scarica il software King Root facendo clicca qui e installalo sul tuo computer.
  2. Sul tuo dispositivo, inserisci le impostazioni, fai clic sulla scheda [Acerca del dispositivo] e poi in [Número de compilación] dovrai premere più volte di seguito.
  3. Un conteggio numerico apparirà mentre premi e poi indicherà che hai già attivato le opzioni sviluppatore.
  4. Torna al menu delle impostazioni principali e cerca l’opzione [Opciones de desarrollador].
  5. Una volta lì, scendi dove dice [Depuración USB] e attivarlo.
  6. Avvia King ROOT PC sul tuo computer e quindi collega il cellulare tramite cavo USB.
  7. Se il programma rileva il modello del tuo cellulare, clicca su [Try ROOT] e aspetta che io faccia tutto per te.

VROOT

Questa è un’altra soluzione basata su un software esclusivo per computer. La sua manciata di apparecchiature compatibili è un po’ meno estesa della precedente, ma può ottenere buoni risultati in pochi secondi.

Kingo RADICE

Non farti confondere dal nome, perché non è lo stesso software per eseguire il root di Android dal PC, ma un programma totalmente diverso. La differenza più evidente è che puoi rimuovere il ROOT dal dispositivo quando necessario, sebbene i due precedenti siano più fattibili.

Potresti essere interessato a:  App per scaricare musica su Android gratuitamente!

4. Utilizzo di app per eseguire il root di Android

Niente come lasciare tutto a un’app, giusto? Dopotutto, Google ci ha abituato ad avere tutto a portata di mano. Quindi, in base a questo, ci sono alcune app che ti aiuteranno a eseguire il ROOT del tuo cellulare senza collegarti a nessun computer o seguire passaggi complicati.

1. King Root (versione mobile)

Questa è la stessa applicazione che usiamo sul PC, ma con una versione che funziona solo dal tuo cellulare. Sviluppata da un team cinese, l’app è in grado di eseguire il root della maggior parte dei dispositivi più diffusi sul mercato e puoi inviare una richiesta per il tuo modello nel caso in cui non sia disponibile.

A seconda del numero di richieste che ricevono dallo stesso modello, possono avviare un root che ti servirà in futuro, nel caso in cui il tuo modello non sia compatibile.

Tuttavia, a causa della natura dell’applicazione, King Root non è disponibile su Google Play, ma puoi scaricarlo e installarlo da negozi alternativi o dal sito Web ufficiale.

Ovviamente, nel caso in cui ti sia pentito di aver eseguito il ROOT del tuo cellulare e desideri lasciarlo com’era all’inizio, tutto ciò che devi fare è premere l’opzione per rimuovere l’accesso root e la stessa app annullerà tutte le modifiche apportate.

  1. Scarica King ROOT per Android cliccando qui.
  2. Una volta installato, eseguilo e l’app cercherà se il tuo cellulare è compatibile.
  3. Se è positivo, ti chiederà di concedere i permessi e inizierà a fare il ROOT.
  4. Al terminale, ti avviserà che ha già l’accesso root e puoi goderti il ​​tuo Android rootato.

Nota: Devi tenere a mente che King root non è l’applicazione più sicura di tutte, perché sebbene molte persone la usino ed è popolare, può causare cambiamenti imprevisti o danni al tuo cellulare che non possiamo immaginare in precedenza.

Conclusioni

Ora che sai che esistono almeno quattro metodi diversi per eseguire il root di Android, puoi metterti al lavoro e goderti tutti i vantaggi che ci offrono.

Avere un cellulare con ROOT può essere molto utile e, sebbene ci siano alternative che richiedono molta conoscenza, puoi sempre provare uno strumento come King Root per toglierti di mezzo in pochi minuti. Ma tutto a proprio rischio.

come eseguire il root di android quattro diversi metodi per ottenerlo

Deja un comentario